Come Installare un Sifone

Con la crescente necessità di recuperare spazio negli ambienti della nostra abitazione, quella del sottolavello può risultare veramente indispensabile, per riporre in modo ordinato detersivi e similari oppure per riporre le moderne pattumiere per la raccolta differenziata. Il sifone salvaspazio ha la caratteristica di essere ispezionabile, avendo un’apertura inferiore che consente svitando il tappo di chiusura, di rimuovere eventuali residui accumulatisi nello scarico del sifone, e adesso vediamo come si procede all’istallazione di questo pratico sifone.

Come prima operazione devi asportare il vecchio sifone, avendo l’accortezza di lasciare il collegamento di scarico della piletta. Sulla testa del T applica il tubo di raccordo dello scarico della lavatrice o della lavastoviglie, nel caso in cui il lavabo o il lavello si trovi in bagno o nella cucina. Installa il corpo sifone con il T inserito, inseriscilo nella curva tecnica che è già esistente nel muro.

A questo punto misura la distanza tra la testa del T e la base della piletta in modo dimensionare esattamente la lunghezza della curva di collegamento. Utilizzando un seghetto per il ferro, taglia a misura la suddetta curva per il collegamento del sifone alla piletta. Fatto ciò avvita molto bene il dado della curva alla sottopiletta, questa procedura darà modo di evitare eventuali fuoriuscite d’acqua.

Il tappo di chiusura del sifone può essere rimosso per permettere un facile accesso all’interno dello stesso per eventuali interventi di pulizia, per motivi di sicurezza per poter svitare il tappo è necessario esercitare una certa pressione e poi girare per evitare che possa essere inavvertitamente rimosso. Il montaggio del sifone salvaspazio è terminato, grazie alla sua particolare conformazione aderisce perfettamente alla parete di fondo, regalando così maggiore spazio nel sottolavello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *