Come Cambiare un Pannolino

All’inizio tutto ciò che riguarda i nostri figli ci sembra difficile, anche cambiare il pannolino. Le paure che dobbiamo affrontare sono tante ma basta pratica e qualche piccolo accorgimento e diventa tutto più semplice. Nel giro di pochi giorni cambiare il pannolino diventerà naturale e veloce.

Quando il bambino è molto piccolo i cambi del pannolino sono molto più frequenti: per le prime volte cerca di avere tutto l’occorrente a portata di mano. In ogni caso non lasciare mai incustodito il bambino se ti manca qualcosa. Prepara per bene l’occorrente prima ancora di iniziare le operazioni del cambio del pannolino e ricordati di non mettere cambi contati: una buona abitudine è quella di tenere sempre una piccola scorta sia di pannolini puliti che di ricambi di vestiti perchè possono sempre verificarsi dei piccoli “incidenti”.

Per prima cosa devi togliere il pannolino sporco, richiuderlo e buttarlo via, meglio se in un mangiapannolini. Se ancora non è caduto il cordone ombelicale, devi assicurarti che non si sia bagnato di pipì, altrimenti dovrai medicarlo e sostituire la garza. Adesso puoi pulire la zona con acqua corrente tiepida o con le salviette umide specifiche. Nel caso in cui si tratta di una femmina, devi pulire con dei movimenti che vanno dall’apparato genitale al sedere e mai viceversa per evitare di portare dei batteri nelle zone intime.

Dopo averlo pulito bene, con maggiore attenzione alle pieghe naturali, asciugalo con un asciugamano di cotone. Ti devi assicurare che sia ben asciutto prima di rimettergli il pannolino pulito. Ora puoi passare la crema protettiva a base di ossido di zinco sull’area che andrà coperta dal pannolino: questo serve per creare una barriera tra la pelle e l’urina o le feci per evitare irritazioni. Rimetti il pannolino pulito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *