Come Seminare il Prato

L’autunno rappresenta il periodo più favorevole per la semina del prato. Grazie alle piogge infatti le giovani piante possono godere di un ambiente fresco e umido. Se quello che desideri avere nel tuo giardino è un rigogliosissimo tappeto erboso segui questa guida per capire come seminarlo.

Almeno 15 giorni prima della semina devi effettuare la preparazione del terreno: ciò servirà a ottenere un tappeto erboso e compatto. Elimina eventuali sassi presenti nel terreno e affioranti in superficie. Se sul terreno riscontri molte erbe infestanti prima di effettuare la vangatura devi diserbare con un prodotto specifico. Terminata l’operazione lascia riposare il terreno per almeno 20 giorni.

Effettua una vangatura profonda circa 20 cm. Puoi procedere a mano oppure con un motocoltivatore. In questa fase puoi attuare una correzione del terreno. Se il terreno è troppo compatto o pesante aggiungi sabbia di fiume: circa mezzo cm di sabbia sulla superficie di giardino da correggere. Se invece il terreno risulta troppo sciolto e quindi con scarsa ritenzione idrica, aggiungi torba.

Se non l’avesse naturalmente per evitare ristagni d’acqua è opportuno dare al terreno una lieve pendenza verso l’esterno. Provvedi alla concimazione di fondo che ha lo scopo di apportare al terreno tutte le sostanze nutritive. Interra il concime a circa 10 cm di profondità. Prima della semina sminuzza e spiana il terreno con un rastrello. Semina a spaglio eseguendo due passate perpendicolari tra loro.

Rastrella con un movimento leggero per coprire i semi interrati a circa 4 mm di profondità. Se il terreno è molto soffice comprimi i semi nella terra con il rullo. Procedi poi all’irrigazione. Se il clima è siccitoso l’acqua è indispensabile sia per la germinazione dei semi sia per evitare l’avvizzimento della piantina germinata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *