Come Seminare il Sedano

Il sedano da coste è uno degli ortaggi più comuni sulle nostre tavole per i molteplici suoi utilizzi. Fa parte di una grande famiglia che comprende tra le altre anche la carota, il finocchio ed il prezzemolo. Con questa guida intendo darti alcuni suggerimenti di facile messa in opera per riuscire a coltivare questa pianta senza difficoltà.

Il sedano esige un’umidità costante, quindi predilige i climi temperati, caldi, umidi, mentre teme la siccità e le gelate. Come terreno devi sceglierne uno di medio impasto, ricco di sostanza organica. Poco indicati i terreni sabbiosi per il sapore sgradevolmente pungente che conferiscono alle piante e quelli eccessivamente compatti che causano ristagni dove si sviluppano funghi.

Prima della semina devi interrare letame maturo ad una profondità di 30 o 35 cm. Aggiungi anche concimazione fosfopotassica. La semina la puoi fare in semenzaio o direttamente a dimora nell’orto. Nel primo caso la puoi effettuare da gennaio a fine inverno in semenzai a letto caldo, per le colture anticipate, e in primavera a letto freddo, per le colture normali. La semina diretta nell’orto invece la puoi eseguire in primavera.

Il seme distribuiscilo a spaglio o a file in pieno campo. Profondità di semina qualche millimetro. Il trapianto del semenzaio lo puoi praticare dalla primavera all’estate, quando le piantine hanno emesso la quinta fogliolina. Importante che tu irrighi lungo tutto il ciclo, soprattutto appena dopo il trapianto. Per dettagli è possibile vedere questa guida su come coltivare i sedani sul blog Coltivazione.net. La raccolta la puoi eseguire quando la pianta ha completato lo sviluppo e presenta le coste sufficientemente imbianchite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *