Come Utilizzare Semi nella Dieta

Hai iniziato milioni di diete, ma non sei mai riuscito a seguirne una fino in fondo? Oppure, sei a dieta ma hai sempre fame? O hai paura di riempirti di smagliature? Forse la colpa non è solo tua. In questa guida ti insegnerò a sfruttare le proprietà dei semi commestibili per aiutare il dimagrimento, ma anche il benessere.

Quando pensiamo ai semi oleosi, ci viene in mente la parola “grasso”. Ebbene, non solo il legame non è necessariamente così immediato, ma i semi oleosi possono anche costituire un valido aiuto nelle diete dimagranti, nelle diete di mantenimento e nell’alimentazione finalizzata al benessere generale. La prima cosa che devi fare è recarti in un negozio bio e procurarti i quattro semi “magici”: semi di zucca, semi di girasole, semi di lino e sesamo.

Cominciamo con i semi di zucca. Questi sono ricchi di proteine, omega 3, fibre e ferro. Se la dieta ti causa debolezza e stanchezza, i semi di zucca sono la risposta giusta. Possono, infatti, sopperire alle mancanze che alcune diete possono provocare. Se la tua dieta contiene poca carne, ad esempio, il ferro contenuto nei semi di zucca può fornirti un valido aiuto. Se hai bisogno di ridurre il colesterolo, il loro contenuto di omega 3 ti può aiutare. Infine, se la tua dieta ti lascia sempre affamato, il loro contenuto di fibre ti aiuterà ad arrivare fino al pasto successivo senza sgarrare. Sbuccia un cucchiaio di semi di zucca ed aggiungili alle insalate, da consumare prima o dopo il pranzo e la cena. Puoi aggiungerli anche al muesli: sarà una piacevole sorpresa!

I semi di lino possono aiutare un intestino pigro, ma anche chi soffre di colite. Se la tua dieta ti provoca gonfiore a causa dell’alto contenuto di verdure, affidati pure ai semi di lino. Le loro fibre inoltre favoriscono il senso di sazietà. Se poi hai paura di perdere troppo seno a causa della dieta, i semi di lino, grazie al loro contenuto di fitoestrogeni, ti aiuteranno a mantenerlo tonico e femminile, soprattutto se li assocerai al consumo di soia. Aggiungi un cucchiaino di semi di lino alle tue insalate, oppure mettine a mollo due cucchiaini in un bicchiere di acqua tiepida per tutta la notte, e bevi il mattino dopo, a digiuno.

Se hai paura che il dimagrimento ti porti smagliature e perdita di tono cutaneo, allora la risposta è nei semi di girasole. Essi sono ricchi si selenio e vitamine E, che aiutano a proteggere la pelle rassodandola. Naturalmente, durante una dieta dimagrante è importante anche applicare una buona crema rassodante o nutriente, oppure un olio con le stesse proprietà. I semi di girasole possono essere consumati

Il sesamo non è molto presente nella dieta degli italiani, ma le sue virtù sono molto preziose. Esso contiene molti oligoelementi che non sempre assumiamo nella nostra alimentazione: selenio, fosforo, zinco, potassio, magnesio. Ottimi per favorire la diuresi, e quindi per sgonfiare subito quelle fastidiose zone che sono soggette a cuscinetti da ritenzione idrica. Il loro sapore deciso li rende adatti non solo nelle insalate, ma anche su altri piatti, usati al posto del sale. Tutto sta ai tuoi gusti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *